mercoledì 16 gennaio 2019

"Esperto in attività laboratoriali nel rapporto scuola-museo – II Edizione"


"Esperto in attività laboratoriali nel rapporto scuola-museo – II Edizione"
#Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale, A.A. 2018/2019
Direttore del Corso – Prof. Massimo Faggioli
Coordinatore del Corso – Prof. Marzio Cresci

lunedì 14 gennaio 2019

Fare rete tra piccoli musei non è sempre facile, ma necessario



ESPERIENZE MUSEOGRAFICHE NELLE VALLI BERGAMASCHE,
TRA VALORIZZAZIONE CULTURALE E LOCALISMO ESTREMO
"37 realtà museali presenti nelle valli Brembana e Seriana, in Provincia di Bergamo, una ricerca-reportage volta ad indagare l’oggettiva funzionalità di questi istituti culturali, che si pongono come obbiettivo quello di trasmettere e di conservare conoscenze e memorie, legate al contesto territoriale nel quale i musei sono inseriti, tramite l’esposizione di oggetti e l’allestimento di percorsi educativi e tematici. Dalla vulcanica volontaria del Museo di San Lorenzo di Zogno (Valle Brembana), allo sgarbato centralinista del Museo xxxx, che non voleva comunicarci gli orari di apertura, ai sette musei inerenti il lavoro nelle cave e nelle miniere, agli allestimenti polverosi, la muffa, gli animali impagliati e i tarli iperattivi, le esperienze di visita sono confluite in un catalogo tragicomico di realtà mai indagate con spirito critico. È emersa una situazione densa di criticità, laddove sono pochi i piccoli musei che dimostrano di saper affrontare e gestire gli obbiettivi di divulgazione e conservazione delle memorie con consapevolezza e un adeguato utilizzo di risorse. È risultato che il difetto più grande dei musei presi in esame non è lo scarso valore delle collezioni, ma la difficoltà delle singole realtà nel saper creare rete e nell’uscire da visioni eccessivamente focalizzate sul contesto locale. L’analisi delle esperienze museografiche delle valli rendono evidente che sarebbe auspicabile una maggiore attenzione all’indagine interdisciplinare del territorio nel quale sono inserite, e dei rapporti con le aree contigue, al fine di creare narrazioni esaustive e chiare. L’indagine ha dimostrato anche la ridondanza di alcune proposte museali, con tematiche che si ripetono in musei distanti pochi chilometri gli uni dagli altri, ma anche il difetto opposto, che vede alcuni temi e specifiche memorie delle valli non affrontati in nessuna delle collezioni, di cui si può sentir parlare solo in occasione di eventi temporanei o di cui si tace completamente. Anche queste narrazioni mancate sono sintomatiche di una insufficienza di riflessioni coordinate e di progettualità condivise". Sara Invernizzi
Sara Invernizzi è Dottoressa in Culture Moderne e Comparate, laureata a ottobre 2018 presso l’Università degli Studi di Bergamo, appassionata di cultura e folklore orobico, indaga e cerca di scoprire come la cultura prealpina riflette su se stessa e racconta le proprie memorie.
Nell'immagine in alto: Museo del tessile Martinelli Ginetto di Leffe, Valle Seriana

sabato 5 gennaio 2019

Sviluppo tecnologico e Accoglienza nei musei



L’impatto dello sviluppo tecnologico che ha radicalmente cambiato comunicazione e modalità di offerta dei servizi culturali, sembra non avere avuto lo stesso effetto nella gestione di uno dei servizi di base dei musei, quello dell’accoglienza, che è rimasta la stessa, quasi ovunque.
Sono molti i musei, entrando nei quali trovi la stessa atmosfera, lo stesso layout, le stesse procedure di servizio del secolo scorso.
Il banco rigido dietro al quale lavorano gli addetti, la biglietteria e la disposizione della cassa non sono molto diversi da quelli che avrebbero trovato i visitatori del passato. 
Quanto alle scrivanie che hanno sostituito il banco in alcuni musei, non sempre hanno portato un cambiamento nelle procedure del servizio di accoglienza che finiscono per renderla asettica e per irrigidire le relazioni con i visitatori.

Ma se lo sviluppo del digitale non è stato colto come opportunità di cambiamento nell’accoglienza dei musei, questo è avvenuto perché la cultura dell’accoglienza è storicamente trascurata.

Nei musei, soprattutto in quelli di grande dimensione, domina ancora l’equivoco per il quale l’accoglienza equivale ad un insieme di procedure di accettazione da seguire all’ingresso dei musei, e in alcuni servizi “aggiuntivi”.
Se avete dei dubbi date un’occhiata a quanto prevede a questo proposito il Ministero[1]

A mio parere non è un caso se la maggior parte dei visitatori di un museo non ricorda chi li ha accolti in occasione della visita effettuata solo qualche giorno prima.

Naturalmente togliere le barriere e la rigidità non significa semplicemente ricorrere a soluzioni tecnologiche, e contemporaneamente togliere l’elemento umano. Perché questo significherebbe togliere personalità al museo.
Implementare lo sviluppo tecnologico è decisivo, a condizione che non porti ad un impoverimento nei servizi di accoglienza e ad una loro banalizzazione.

Su questi temi siamo impegnati da anni, e anche in questo 2019 abbiamo in programma il nostro convegno nazionale, il decimo, dedicato alla cultura dell’accoglienza nei piccoli musei.
GD


[1]http://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/documents/1523359335541_REGISTRATO_D.M._21_FEBBRAIO_2018_REP._113.pdf

venerdì 30 novembre 2018

Cantieri Navali di Limite sull'Arno in Cina



Dalla fine del ‘600 ai primi anni del 2000 la comunità di Limite sull’Arno si è sviluppata grazie al fiume Arno e alle attività ad esso connesse, in particolare la cantieristica, improntata in un  primo momento alla realizzazione di navicelli (lunghezza media di 17 metri e fondo piatto) per il trasporto fluviale delle merci da Firenze al mare e viceversa e, a partire dalla metà dell’800 con l’avvento della ferrovia Leopolda, di golette e brigantini, imbarcazioni di tipo medio da mare.

Sul finire dell’800 si aggiunsero anche le commesse della Regia Marina italiana, quindi dello Stato, un interlocutore che permise un passo avanti nella produzione navale locale e la diffusione dell’immagine limitese nel panorama nazionale. Agli inizi del ‘900 secondo la tradizione e i documenti conservati oggi nel Museo del Centro Espositivo della Cantieristica Navale e del Canottaggio “Mario Pucci” di Limite sull’Arno, a Limite nacque la nautica da diporto italiana e il cantiere Picchiotti, il primo in ordine cronologico e come grandezza, ebbe come cliente il noto compositore Giacomo Puccini.

In seno al cantiere, si sviluppò anche la passione per il canottaggio e si giunse, nel 1861 alla fondazione della prima società di questo sport in Italia; le gare in Arno erano un modo di trascorrere il tempo libero.

Nel 2016 una delegazione del Comune di Capraia e Limite e della Canottieri Limite è stata   ospite del Salone Nautico di Genova. In tale occasione, fu mostrata una foto di  un’imbarcazione costruita dal cantiere San Lorenzo Yachts (nato a Limite il 10 agosto 1958 e così chiamato in onore del patrono del paese) per un partner cinese. Sui fianchi dello yacht in navigazione a Shanghai, si nota il nome “Limite”riferimento palese a Limite sull’Arno, un piccolo centro che ha saputo guadagnarsi nei secoli una fama oltreconfine grazie alla maestria dei suoi artigiani, a cui l’Ucina (Unione Nazionale Cantieri Industrie Nautiche ed Affini) nel 2005 ha conferito l’ascia d’oro “al valore della tradizione artigianale” per l’attività di calafati, carpentieri e maestri d’ascia.

venerdì 22 giugno 2018

Piccolo ma prezioso. Torna la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo. APM partner istituzionale dell’evento



Dopo il successo delle scorse 5 edizioni e in particolare di quella del 2017 che ha visto l’adesione di circa 790 luoghi espositivi e la partecipazione di circa 65.000 persone, la GIORNATA NAZIONALE DELLE FAMIGLIE AL MUSEO torna per il sesto anno consecutivo anche nel 2018.
Un giorno in cui poter visitare i musei in Italia in modo speciale con tutta la famiglia, il 14 ottobre prossimo, in occasione di F@Mu 2018 | Piccolo Ma Prezioso, la Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo, su tutto il territorio del paese musei, fondazioni ed altri luoghi espositivi si apriranno alle famiglie con visite didattiche, giochi a tema, iniziative speciali e attività pensate appositamente per l’occasione.
La Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo è organizzata in collaborazione e con il patrocinio delle principali amministrazioni comunali. Quest’anno l’evento è inoltre inserito nel palinsesto degli eventi italiani per l’anno europeo del patrimonio culturale.

IL TEMA
Come ogni edizione anche quest’anno F@Mu sarà centrata su un filo conduttore. Il tema – PICCOLO MA PREZIOSO vuole sottolineare l’importanza “dei più piccoli”, riferendosi sia ai bambini, i protagonisti della manifestazione, sia, nel senso più generale del termine, a tutto quello che in un gruppo è “meno in vista perché più piccolo”, come i piccoli musei, gli oggetti più piccoli di una collezione, un piccolo dettaglio di un quadro.
Per promuovere la manifestazione e il tema 2018, l’associazione F@Mu potrà contare anche del supporto dell’ Associazione Nazionale Piccoli Musei, quest’anno Partner Istituzionale           del progetto.

L’INAUGURAZIONE
Si terrà a Torino sabato 13 ottobre al MUSLI – Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia, un Piccolo Museo dedicato al luogo per eccellenza a servizio dei bambini.

COME ADERIRE
Le sedi espositive aderiranno gratuitamente all’iniziativa tramite la piattaforma web www.famigliealmuseo.it, consultabile successivamente anche dalle famiglie per avere informazioni sui diversi programmi dei musei aderenti.
La modalità di adesione è, come sempre, libera per ogni struttura museale: alcuni musei proporranno la gratuità, altri organizzeranno laboratori e attività speciali create appositamente per le famiglie.



SCHEDA INFORMATIVA


Titolo                                                 F@Mu 2018 | Piccolo Ma Prezioso
la GIORNATA NAZIONALE DELLE FAMIGLIE AL MUSEO

L’iniziativa rientra nel calendario italiano dell’Anno europeo del Patrimonio “Il nostro patrimonio: dove il passato incontra il futuro”

Data                                      14 ottobre 2018
Inaugurazione                     13 ottobre 2018 al MUSLI, Museo della Scuola e del Libro per l’Infanzia, Torino

Direttore artistico               Elisa Rosa

Ideata da                              Kids Art Tourism (KAT) www.kidsarttourism.com
Idee e Percorsi per i Bambini alla Scoperta delle Città d’Arte Italiane

Promossa da                                   Associazione Famiglie al Museo FAMU


Con il patrocinio di (al 7 giugno 2018)

·                Comune di Firenze
·                Comune di Genova
·                Città di Torino
·                Città di Palermo



Partner Istituzionale                      Associazione Nazionale Piccoli Musei

Official testimonial                         L’Arte con Matì e Dadà

Ufficio Stampa                     Sillabe

Media Monitoring              Waypress Srl
           
Si ringraziano                                  Ergonet
Centro Studi Santagata di Torino
Achtoons

Musei aderenti lista
in progress disponibile su          http://www.famigliealmuseo.it/eventi/

Lista Excel
in progress                          https://goo.gl/sn7DS6



Informazioni                         www.famigliealmuseo.it
info@famigliealmuseo.it
Kids Art Tourism - info@kidsarttourism.com



Ufficio stampa               Sillabe srl – tel. 0586 829931/839784 – ufficiostampa@sillabe.it
Giulia Perni – cell. 333 3738343
Giulia Bastianelli – cell. 328 0726144


sabato 2 giugno 2018

Seconda giornata dei Piccoli musei. Nuova Rassegna stampa



Continuano ad uscire decine di articoli sulla Festa dei piccoli musei del 3 giugno.
Eccone qualcuno:

2a Giornata Nazionale dei Piccoli Musei, i doni dei piccoli musei di #Volpedo e #Tortona (#Alessandria) https://soundcloud.com/radio-pnr/gr-cultura-1?utm_source=soundcloud&utm_campaign=wtshare&utm_medium=Twitter&utm_content=https%3A//soundcloud.com/radio-pnr/gr-cultura

Appuntamenti a Novi Ligure (museo dell'Apicoltura al Maglietto), a Rocchetta Ligure (museo della Resistenza e della Vita sociale e museo d’Arte sacra) e a Basaluzzo (museo degli Antichi mestieri e del Tamburello) dove è in programma anche un concerto
http://www.alessandrianews.it/novi-ligure/piccoli-musei-apertura-159211.html

La festa dei piccoli musei in Sicilia

Apertura speciale al #Museo del Guercino
La Giornata Nazionale dei Piccoli #Musei porterà tra i libri dell'artista centese il 2 e il 3 giugno
https://www.estense.com/?p=698284

Invito per gli art lovers: domenica 3 giugno al MAiO di Cassina c’è festa per la Stazione delle Muse https://www.giannellachannel.info/giornata-nazionale-piccoli-musei-3-giugno-maio-cassina-stazione-delle-muse/

Rete mussale Valdera alla 2^ Giornata Nazionale dei Piccoli Musei http://www.pisatoday.it/eventi/seconda-giornata-nazionale-piccoli-musei-valdera-3-giugno-0218.html

Anche a Scicli, la Giornata Nazionale dei Piccoli Musei

Museo del Santuario aperto domenica - Festa nazionale dei Piccoli #Musei http://settegiorni.it/attualita/museo-del-santuario-aperto-domenica/

Giornata nazionale dei piccoli musei ricca di appuntamenti a Volpedo, e che dono! https://tortonaoggi.it/giornata-nazionale-dei-piccoli-musei-ricca-di-appuntamenti-volpedo-che-dono/ …

“La storia nel Borgo: porte aperte a Torre Alemanna”, dal 1° al 3 giugno http://www.lanotiziaweb.it/2018/05/30/la-storia-nel-borgo-porte-aperte-a-torre-alemanna-dal-1-al-3-giugno/ via @@lanotiziaweb

Seconda Giornata Nazionale dei Piccoli Musei. Ponte del 2 giugno iniziative nei Parchi e Musei http://www.tenews.it/giornale/2018/05/30/ponte-del-2-giugno-iniziative-nei-parchi-e-musei-75048/#.Ww7EgXfgDjY.twitter


Apertura straordinaria (2-3 giugno) per il museo di arte sacra https://www.versiliatoday.it/2018/06/01/apertura-straordinaria-2-3-giugno-museo-arte-sacra/


Festa dei Piccoli Musei. Domenica al museo: apre il MUS.AR.CA-Museo Archeologico di Carpignano http://www.leccesette.it/dettaglio.asp?id_dett=52917&id_rub=137 #Lecce #piccolimusei #puglia

Parre. Domenica 3 giugno in occasione della Seconda Giornata Nazionale dei Piccoli Musei, alle ore 16 verranno inaugurati il nuovissimo sito internet dell’Antiquarium e Parco archeologico www.oppidumparre.it e la Biblioteca http://www.montagneepaesi.com/mp/index.php/notizie/valleseriana/8857-aperitivo-con-isilvia-bossetti-autrice-di-intellizione

Villa Bernasconi è l’unica realtà comasca iscritta ed individuabile nella mappa delle strutture che parteciperanno alla II Giornata Nazionale dei Piccoli Musei.  http://giornaledicomo.it/cultura-e-turismo/cosa-fare-nel-weekend-le-proposte-di-villa-carlotta-del-grumello-e-bernasconi/ #musei #piccolimusei

Giornata nazionale dei piccoli musei: porte aperte al Museo 'l çivel di Casalbeltrame http://www.novaratoday.it/eventi/museo-gratis-casalbeltrame.html
Week-end del 2 e 3 giugno 2018: gli eventi da non perdere a Bari e provincia

Seconda Giornata Nazionale dei Piccoli Musei a Putignano
 http://www.baritoday.it/eventi/weekend/eventi-bari-provincia-2-3-giugno-2018.html

Festa dei piccoli musei. A Massarosa sbarca l'Ulissea https://www.versiliatoday.it/2018/05/31/massarosa-sbarca-lulissea/

Amanda M Hughes