mercoledì 21 settembre 2016

Il piccolo Museo Tolomeo di Bologna



Un paio di settimane fa sono stato in visita al Museo Tolomeo, un piccolo grande museo di Bologna, un museo che si può toccare e ascoltare, e che fa vedere le cose in modo differente. Ha sede in via Castiglione presso l'Istituto dei ciechi "Francesco Cavazza", e la visita al museo inizia proprio da via Castiglione. Ora il museo ha in progetto di crescere e cerca sostenitori, persone e risorse, per non smettere di sognare. http://www.ideaginger.it/progetti/museomix-a-museo-tolomeo.html

giovedì 15 settembre 2016

Genova: un museo come punto di aggregazione


Notizie in vista del Convegno Nazionale dei Piccoli Musi (Calimera 7 e 8 ottobre)
A Genova un museo è stato affidato a tre giovani che ne hanno ottenuto la gestione con questo programma: “Vogliamo creare un servizio di accoglienza efficiente e professionale, con personale multilingue, un bookshop in cui poter acquistare libri e merchandising e un’area relax (unico spazio che avrà accesso gratuito) nell’attuale sala camino, per ricreare idealmente un salotto, con divani e postazioni autogestite per il tè e il caffè, dove il visitatore possa sentirsi come a casa. E poi seminari, corsi per bambini, workshop per le scuole».

lunedì 12 settembre 2016

Biglietti di ingresso al museo, al posto delle bomboniere


“Si sposano e decidono di regalare agli invitati un biglietto d’ingresso per il Museo nazionale di Crotone. L’idea è venuta a Massimo e Loredana Migale che lo scorso 29 agosto sono convolati a nozze nella chiesa della Santissima Annunziata di Cutro. Sono stati loro a far trovare agli invitati, invece del solito segna posto, un buono che altro non è che l’ingresso al Museo di Crotone valido fino al 31 dicembre prossimo. Oltre 150 i biglietti comprati dagli sposi per il regalo agli invitati”.
Questa la notizia pubblicata da Crotone news, che ha fatto il giro del nostro Paese, grazie anche al rilancio che ne ha fatto Gian Antonio Stella sul Corriere della Sera.
“Noi crediamo che la Calabria dovrebbe puntare sulla cultura, sulla bellezza dei luoghi, sul mare, sul turismo, sull’enogastronomia per essere un punto di riferimento in Italia. Per fare questo bisognerebbe fare ogni sforzo per inseguire il bello, nelle coste, nel mare, nell’edilizia, nelle opere pubbliche, perché i turisti vanno dove trovano la bellezza” (…) “I tavoli degli invitati avevano nomi di pittori famosi, ad ogni tavolo c’era una stampa fatta a mano su legno di un’opera del pittore".
Aggiungo che il museo contiene alcuni pezzi straordinari come i vasi unguentari corinzi di epoca arcaica, il «tesoro di Hera» e due «askos» bronzei a forma di sirena.

giovedì 8 settembre 2016

Un premio ai video girati nei musei: Musées Emportables



Musées (Em)portables è un festival che si svolge in Francia ogni anno, nel quale si premiano i video girati nei musei con lo smartphone. L’Associazione Nazionale dei Piccoli Musei è partner di questo evento, che ha visto già tra i vincitori video girati nei musei italiani. Se vi interessa ecco come iscriversi alla 6a edizione del festival Musees Emportables e come inviare un video (meno di 3 minuti) su una visita ad un museo
http://www.museumexperts.com/sitem/musees_em_portables/inscription

Sarebbe bello assistere anche quest'anno alla premiazione di un video dedicato ad un piccolo museo italiano

martedì 6 settembre 2016

Musei e Turismo. Ci stiamo preparando all'VIII convegno nazionale dei Piccoli Musei


Come sapete, terremo il nostro prossimo Convegno Nazionale a Calimera, in provincia di Lecce, il 7 e 8 ottobre. Si tratta del secondo convegno che l'Associazione dei Piccoli musei italiani tiene nel Sud, ed è un appuntamento molto atteso. Quest'anno il Convegno ha come tema "Musei e turismo". La partecipazione è gratuita, qui trovate il programma 
Di seguito segnalo alcuni post che potrebbero interessarvi, se pensate di partecipare.

Cosa è un piccolo museo. Definizione

Un piccolo museo deve aprire le porte ad un mondo 

Per gestire un piccolo museo ci vuole passione

In un museo la mancanza di visitatori raramente è colpa del pubblico

venerdì 19 agosto 2016

L'Osservatorio Raffaelli a Bargone di Casarza Ligure




L’Osservatorio Meteorologico, Agrario, Geologico Prof. Don Gian Carlo Raffaello fondato nel 1883 a Bargone di Casarza Ligure (Genova), è gestito da volontari e si occupa di:
1.    raccolta dati, studio, ricerca in tutti i campi scientifici, e anche quello astronomico,
2.    monitoraggio meteo-idro e geologico del levante ligure, in particolare durante gli stati di allerta meteo, collaborando con gli enti locali.

L’osservatorio, vuole diventare un centro di ricerca sui rischi naturali e le scienze, divulgando aspetti ambientali e di protezione civile, e anche per questo realizza incontri pubblici e attività didattica a partire dalla Scuola d'Infanzia; inoltre organizza escursioni a tema geologico, meteorologico e storico sul territorio della Liguria, dell'Emilia Romagna e della Toscana anche perchè oltre alla storia del fondatore legato al Club Alpino Italiano, l'Osservatorio è affiliato alla Federazione Italiana Escursionismo e gestisce anche tratti di sentieri. Svolge certificazione di danni da eventi naturali, piani comunali, intercomunali di protezione civile ed opera per la gestione degli eventi e del sistema di protezione civile. Attualmente conta su una rete meteorologica composta da 11 stazione, 20 postazioni di aste idrometriche e l'installazione di un prossimo sensore idrometrico, e conta su diversi software web gis che permettono di monitorare dalla sala operativa la situazione su un determinato territorio. Questo il sito: http://ossmeteogeologicoraffaelli.weebly.com Twitter:@Ossmeteobargone