domenica 18 marzo 2012

Sono 100 milioni i visitatori dei musei non statali del nostro Paese


I musei non statali nel nostro Paese rappresentano una ricchezza diffusa ed equidistribuita su tutto l’intero territorio nazionale, che accoglie cento milioni di visitatori l’anno e svolge un’importante attività di conservazione, esposizione valorizzazione e promozione culturale. Sono i 4.340 musei e istituti similari non statali risultati attivi e accessibili al pubblico nel 2006, sui quali l’Istat ha svolto un’indagine a 15 anni di distanza dalla precedente relativa agli istituti di antichità e d’arte e ai luoghi della cultura non statali.  La densità del patrimonio non statale censito – una galassia di strutture espositive regionali, provinciali, comunali, ecclesiastiche, private, universitarie e di altra natura, distribuite in modo capillare su tutto il territorio nazionale – conferma l’immagine di museo diffuso con la quale viene comunemente rappresentato il nostro Paese. Complessivamente, il 43,3 per cento del pubblico ha potuto visitare i musei e gli istituti similari a titolo gratuito; in particolare, Gli istituti a carattere museale mostrano una capacità di iniziativa che non si limita alla sola attività di conservazione ed esposizione, ma che le caratterizza come vere e proprie agenzie polifunzionali che svolgono sul territorio funzioni di valorizzazione e promozione culturale, attraverso attività divulgative, didattiche, editoriali, commerciali, scientifiche e di ricerca.
(liberamente ripreso da un comunicato dell’Agenzia Il Velino. Il comunicato completo è leggibile nella pagina FB dell’Ass.ne Piccoli Musei

Nessun commento:

Posta un commento