sabato 12 gennaio 2013

L'Associazione Nazionale Case della Memoria



Abbiamo ricevuto una lettera del Presidente dell'Associazione Case della Memoria:
"Ho il piacere di annunciarvi che all’indirizzo www.casedellamemoria.it è in linea il nostro nuovo sito web aggiornato con una nuova modalità operativa, nuovi contenuti e nuova veste grafica più moderna e accattivante. Come sapete la nostra rete delle case dei grandi personaggi italiani comprende 35 case in 6 regioni italiane e fra poco, con l'ingresso della Casa Natale di Silvio Pellico a Saluzzo in Piemonte, comprenderà 36 case in 7 regioni Italiane.
Con l’occasione, dopo aver partecipato al terzo Convegno dell’Associazione Nazionale Piccoli Musei, che si è svolto nella splendida cornice di Amalfi, mi preme con la presente ringraziare di cuore il prof. Giancarlo Dall’Ara per questo straordinario incontro che ci ha messo in contatto con la ricca e variegata realtà museale del nostro paese e ci ha rafforzato nell’idea che solo nel fare rete i nostri musei potranno conquistare il giusto ruolo che loro spetta nell’ambito culturale e turistico, sia a livello nazionale che internazionale. Ringrazio l’avv. Gennaro Pisacane per l’ottima organizzazione dell’incontro e per la straordinaria accoglienza e colgo l’occasione per salutare con viva cordialità tutti gli amici, professionisti ed esperti museali e turistici, che ho avuto il piacere e l’onore di conoscere durante il convegno.
L'Associazione Nazionale Case della Memoria mette in rete storiche dimore in cui hanno vissuto alcuni dei più importanti personaggi della cultura italiana (solo per fare alcuni nomi), da Dante, Petrarca, Boccaccio, Giotto, passando per Niccolò Machiavelli e Leonardo da Vinci, fino ad arrivare a personaggi più vicini a noi nel tempo come Carducci, Pascoli, Puccini, Maria Montessori, Enrico Caruso ed Antonio Gramsci, e ai protagonisti dei nostri giorni, Enzo Ferrari, Primo Conti, Indro Montanelli, Goffredo Parise, Sigfrido Bartolini. La nostra Associazione Nazionale Case della Memoria, che è nata a Prato nel 2005 in seguito ad un censimento promosso dalla Regione Toscana, promuove le case storiche dove sono nati, hanno trascorso frammenti importanti della loro esistenza, o sono morti i “grandi” personaggi di foscoliana memoria, in ogni campo del sapere, della letteratura, della musica, dell’arte, della scienza, in generale della storia, con la consapevolezza che non è possibile leggere le opere immortali dei grandi scrittori, ascoltare le composizioni della loro musica immortale, ammirare i dipinti e le sculture di artisti geniali, in definitiva conoscere la storia, senza "incontrare" i suoi protagonisti, il loro vissuto, il forte legame con il territorio. Le case-museo o case della memoria o case d'artista, ci consentono di conoscere la dimensione quotidiana dei grandi del passato, di incontrarli nel loro vissuto, sentirli quasi presenti. (...)
Colgo l’occasione per inviare a tutti un cordiale saluto, nell’attesa di incontrarci presto e, soprattutto, per continuare a lavorare insieme per la promozione dei nostri musei.
Adriano Rigoli
Presidente Associazione Nazionale Case della Memoria
www.casedellamemoria.it

Nessun commento:

Posta un commento