lunedì 26 gennaio 2015

Verso il 6° appuntamento nazionale dei piccoli Musei a Massa Marittima


Con la "puntata" di oggi a Massa Marittima, in provincia di Grosseto, continua la splendida avventura dell'Associazione Nazionale dei Piccoli Musei.
Oggi infatti, grazie all'impegno della Coop colline metallifere (grazie!), si è tenuto un incontro, un po' seminario e un po' lezione, su come gestire un piccolo museo così da renderlo accogliente. La coop colline metallifere si occupa della gestione di un intero sistema museale che è a tutti gli effetti il biglietto da visita di Massa Marittima, deliziosa città d'arte maremmana, ricca di tesori artistici e di esperienze interessanti anche dal punto di vista organizzativo.
Il "workshop" odierno è stato programmato anche in preparazione del Convegno Nazionale che si terrà proprio a Massa Marittima il 2 e il 3 ottobre 2015.
Dopo i convegni nazionali di Castenaso (2010), Battaglia Terme (2011), Amalfi (2012), Assisi (2013), e Viterbo (2014), sarà questo il nostro 6° Convegno Nazionale.
E, ci tengo a sottolinearlo, il nostro non sarà un convegno come i tanti che si organizzano per parlare genericamente di musei, ma l'appuntamento per eccellenza, anzi l'unico interamente dedicato ai problemi e alle opportunità dei musei di piccola dimensione, cioè del 90% dei musei italiani; di quei musei che spesso non hanno voce, che sopravvivono anche in assenza di norme adeguate, che danno un contributo alla valorizzazione della nostra storia, della nostra cultura e della nostra identità.
Piccoli musei, molti dei quali, anche questo è importante ricordarlo, sono dei veri casi di eccellenza, di innovazione e creatività.
Piccoli musei che non vogliono crescere in dimensione ma in considerazione; che chiedono rispetto, e soprattutto chiedono di poter esprimere le loro potenzialità, senza i vincoli di tante norme o procedure studiate per musei "ideali", che non esistono.
Dunque abbiamo fatto un altro passo in avanti dimostrando che abbiamo idee, esperienze, progettualità e cultura gestionale, in risposta a chi i piccoli musei li vuole chiudere, a chi - con la scusa della razionalizzazione - li vuole trasformare in depositi, a chi cercando idee e progettualità guarda sempre ai musei mitici (al Louvre, al British, al Moma, alla Tate....) e si dimentica di dare un'occhiata anche più vicino.
L'avventura continua sul web con l'appuntamento #smallmuseumtour, e in occasione di un altro paio di eventi che contiamo di organizzare prima dell'estate (e vi terremo informati), e poi a Massa Marittima dopo l'estate, il 2 e 3 ottobre.


Nessun commento:

Posta un commento