domenica 17 maggio 2015

Per gestire un piccolo museo ci vuole Passione


Un altro aspetto che riguarda la gestione di un Piccolo Museo, e le sue specificità rispetto ai grandi musei, è la passione. Lo so che questo termine fa arricciare il naso a quanti vedono nelle problematiche gestionali solo aspetti legati a ruoli, mansioni e contratti (ovviamente importantissimi), il fatto è però che senza passione un Piccolo Museo non può che avere obiettivi ridimensionati.
Se avete esperienza di gestione museale sapete che il ruolo del museo in ambito locale, le sue attività, comprese quelle di sensibilizzazione/divulgazione ed educative, e il numero dei visitatori sono direttamente collegati alla passione di chi vi lavora.
Vi ricordate cosa è successo a #MuseumWeek 2015?
Come hanno fatto quattro piccoli musei italiani a “sbaragliare” centinaia di grandi musei di tutto il mondo piiazzandosi nei primi 10 a livello mondiale? Come hanno fatto ad avere più seguito e visibilità di tanti grandi musei che hanno affidato la gestione dei loro account a super esperti e a società specializzate nel web marketing? Come hanno fatto a mettere in imbarazzo lo stesso ufficio stampa di Twitter che ha dovuto preparare un comunicato ufficiale nel quale chiarire che - nonostante i piccoli musei - era il Louvre ad avere ottenuto qualcosa in più?
Come hanno fatto? E’ stato merito della passione di chi li gestisce!
Una passione che ha saputo superare i limiti delle risorse economiche e tecnologiche che tradizionalmente penalizzano i Piccoli Musei.
E’ la passione più di qualsiasi altro aspetto a fare del piccolo museo una grande opportunità. Non credo ci sia bisogno di dimostrare quanto la passione possa contagiare la comunità locale e coinvolgerla. E’ la passione che può contagiare i collaboratori e può aiutare a creare reti e alleanze; senza passione si fa fatica ad attirare visitatori e soprattutto a farli tornare, a fare ricerca, diffondere conoscenze e sensibilizzare…; certo cose risapute e facilmente sperimentabili. Ma ardue da fare, senza passione.
Come nasce la passione per un museo?
Direi principalmente dall’amore per il lavoro in un museo (un lavoro vocazionale), e dall’amore per il territorio.
G.D.
(terzo articolo in vista del VI Convegno Nazionale, continua)

Nessun commento:

Posta un commento