martedì 25 agosto 2015

Biblioteche non accoglienti. Come ripensare al ruolo delle biblioteche


Un libro di Antonella Agnoli, pubblicato nel 2009, definisce le Biblioteche come 'Le piazze del sapere', cioè luoghi aperti a tutti (anche a stranieri che non parlano italiano), dove si leggono pubblicazioni e giornali, si prendono in prestito libri, si sfogliano i giornali, si può stare su internet, seguire incontri o corsi, e se possibile prendere un aperitivo; insomma luoghi di incontro, di studio e di riposo. Ma in Italia siamo ben lontani dall’idea di un ruolo sociale così ampio delle Biblioteche.
E gli ostacoli sono sempre gli stessi: normative non adeguate, modelli gestionali sbagliati e da rivedere, burocrazia spesso ottusa, Istituzioni non all’altezza dei problemi, cultura dell’accoglienza insufficiente, assenza di una visione…
La situazione nel nostro Paese è ben spiegata dal caso di Casale Monferrato (AL) dove chi volesse andare in biblioteca in agosto la troverebbe chiusa – scrive Mirella Ruo. “La Biblioteca è l'unico servizio comunale che chiude alla vigilia di Natale, a Pasqua e in tutte le feste comandate, compreso un bel periodo in agosto. E questo succede ormai da parecchi anni”.
Mirella Ruo ha chiarito il senso di queste sue affermazioni in una intervista a Radio Gold News, sostenendo che siamo di fronte ad un danno ai cittadini perché proprio nei giorni di festa potrebbero avere maggiori possibilità di sfruttare la biblioteca.

Su questo stesso tema Christian Raimo scrive su L’Internazionale che oggi le biblioteche sono più presenti nel territorio degli uffici postali e suggerisce di ripensarle: le biblioteche possono essere ripensate anche affidando loro un ulteriore ruolo, quello turistico. In un recente incontro con il ministro della cultura Dario Franceschini, la Agnoli ha citato l’esempio statunitense, negli USA le biblioteche ospitano spesso anche il visitor center. Pare che il Ministro non abbia raccolto la proposta, che è la stessa che personalmente continuo a suggerire per la situazione di tanti piccoli musei. Si vedano ad esempio queste slides dove parlo di museo multifunzionale: http://www.slideshare.net/dallara/il-marketing-dei-musei




Devo aggiungere però che sul versante piccoli musei oggi sono diversi quelli che si stanno attrezzando in questo senso, come si vede dall’immagine (in alto nel post) dell'ingresso del museo Gualtieri di Talamello (Rimini) che funge anche da punto informazioni turistiche. 

A proposito di cultura dell'accoglienza ecco gli orari di "apertura" di alcune biblioteche, che come vedete sarebbe più corretto definire: orari di "chiusura":





Trovate l’articolo di Radio Gold News, con gli orari delle biblioteche della provincia di Alessandria qui:

Questo è invece l’articolo dell’Internazionale


Nessun commento:

Posta un commento