martedì 13 ottobre 2015

I musei dello standard


Riprendo un post di Caterina Pisu pubblicato sulla pagina FB dell'Ass.ne Nazionale Piccoli Musei
"Nella sua relazione presentata a Massa Marittima, Giancarlo Dall'Ara rileva che troppo spesso in ambito museale si sta affermando il modello "impersonale": i musei appaiono tutti uguali, con le stesse procedure, servizi offerti con modalità e contenuti identici e, infine, anche una comunicazione poco personale. Tutto questo rende i musei poco caratterizzati, privi di una propria personalità e quindi non attrattivi nei confronti del pubblico. Qual è il motivo di tale dannosa uniformazione? Indubbiamente le politiche degli standard e l'affidamento dei servizi e di talune funzioni del museo a società esterne, sono le principali cause di tale situazione. Come ha ben evidenziato Maurizio Maggi (M. Maggi, V. Falletti, "I musei", Bologna 2012, p.173), "gli standard italiani sembrano puntare assai più sulle dotazioni che sulle prestazioni" e questo perché, alla fin dei conti, si tratta di un'operazione molto più semplice per gli enti e le istituzioni pubbliche che, anziché compiere una dichiarazione esplicita degli obiettivi che intendono raggiungere "preferiscono giustificare la propria utilità sociale richiamandosi a funzioni che devono svolgere piuttosto che a risultati che devono ottenere". 
A ciò si aggiunge il problema della separazione del ruolo scientifico dal ruolo educativo e sociale, rilevato da Giovanni Pinna ("Fondamenti teorici per un museo di storia naturale", Milano 1997, p. 44): quando anche queste funzioni basilari sono affidate a servizi esterni, il risultato è "un inevitabile appiattimento dei contenuti delle esposizioni del museo e del loro significato culturale" e quindi il museo "perde la propria conoscenza e la propria individualità a favore di questo modello generale, con il risultato che nei suoi rapporti con il pubblico ogni museo è divenuto uguale ad ogni altro museo".
Caterina Pisu


Immagine della mostra Alberi genealogici a Castellano (Villa Lgarina, TN)

Nessun commento:

Posta un commento