sabato 16 aprile 2016

Quando i piccoli musei fanno rete



Vi segnalo un articolo di Rosaria Toriello che fa il punto su #Museumweek 2016, senza timori reverenziali, già del titolo:#MuseumWeek 2016: i piccoli musei fanno rete e cavalcano al meglio l’iniziativa social. L'analisi di quanto un'efficace strategia di aggancio ai trending topic possa massimizzare l'esposizione sui social anche ai soggetti più piccoli”

Ecco la conclusione:
L’analisi segna la vittoria, quindi, dei piccoli musei?
Assolutamente sì! I piccoli musei, probabilmente attratti dalla potenza mediatica dell’evento, hanno partecipato attivamente, distinguendosi per quantità e originalità dei contenuti pubblicati e per il gran numero di interazioni generate.
I piccoli musei hanno dimostrato di essere organizzati e di saper fare rete, elemento essenziale per la promozione turistica.
Articolo completo in questa pagina!


1 commento:

  1. Grazie mille per la condivisione del post!
    L'articolo nasce da un'analisi quali-quantitativa dei tweet prodotti dagli account dei Musei italiani, durante la Museum Week 2016.
    L'iniziativa digital, ha in sé molte potenzialità, può essere un megafono per strutture attive a livello locale o di dimensioni ridotte che, sappiamo bene, rappresentano la maggior parte delle strutture museali italiane. Abbiamo rilevato come i Piccoli Musei italiani abbiano saputo interagire e fare rete, facendosi conoscere ad un pubblico più vasto, che supera i limiti territoriali.
    I social media, se integrati all'interno delle strategie di promozione turistica, possono davvero fare la differenza!

    RispondiElimina